I fagioli sono tra i legumi più diffusi. Ne esistono molte varietà e andrebbero consumati in grande quantità. Scopriamo tutte le proprietà, i benefici e le controindicazioni di questo alimento.

I fagioli sono i semi secchi della omonima pianta che fa parte delle fabacee. Originari del Perù, si sono diffusi in Europa grazie alle spedizioni di Cristoforo Colombo. In Italia divennero popolari intorno alla metà del XVI° secolo e furono fondamentali per migliorare la qualità dell’alimentazione di quei tempi. Infatti questo legume apporta tante sostanze benefiche all’organismo ed è una ricca fonte di nutrimento, soprattutto proteine e carboidrati. Inoltre, esistono moltissime varietà di fagioli, che permettono di creare piatti diversi e gustosi. Andiamo a conoscere meglio questi legumi.

Pianta di fagioli

La pianta di fagioli è tra le leguminose più importanti e si distingue per due varietà: quella di cui si mangia solo il seme, cioè i fagioli, e quella dei fagiolini, di cui invece si consuma sia il baccello che il seme. Queste piante hanno radici in grado di sviluppare microoganismi che fissano una grossa quantità di azoto per la loro crescita, facendo contemporaneamente bene al terreno. L’azoto, infatti, serve a rendere il terreno fertile e a non impoverirlo.

La pianta di fagiolo può essere nana o rampicante, come nella famosa fiaba per bambini. L’altezza può andare da 30 cm a 5 metri e le sue foglie sono piccole a forma di cuore o ovale. I baccelli sono di diversi colori e producono dei fiori molto caratteristici a forma di farfalla.

Si adatta abbastanza bene a molti tipi di terreno, ma predilige il clima caldo e temperato e non ama il freddo. La semina a seconda delle zone va da aprile ad agosto. La pianta nana cresce più velocemente, mentre la rampicante necessita di un periodo di crescita più lungo. La fioritura si ha tra maggio e luglio. Il raccolto invece si ha tra giugno e ottobre.

Valori nutrizionali e calorie

I fagioli quali valori nutrizionali hanno? I fagioli hanno proprietà nutrizionali importanti per il nostro organismo. Si tratta di un alimento che ha un buon apporto proteico ed è ricco di carboidrati. Al suo interno troviamo molte fibre e pochissimi grassi. In media su 100 grammi , 51 sono carboidrati, 23 proteine, 17 fibre e 2 di grassi. Il resto è acqua. A contribuire all’ottimo valore nutrizionale dei fagioli troviamo fondamentali vitamine, come la vitamina A, B e C, e i sali minerali quali forsforo, calcio e magnesio importantissime per ossa e muscoli.

Per quanto riguarda invece il rapporto fagioli calorie, c’è da dire che questo legume è abbastanza calorico proprio perchè ricco di carboidrati. In genere 100 grammi di fagioli corrispondono a circa 300 calorie; in combinazione con la pasta, le calorie della pasta e fagioli si aggirano intorno alle 500-600 Kcal, costituendo quindi un pasto completo.

Ma qual è il ruolo di questi legumi nella dieta mediterranea?

I fagioli nella dieta mediterranea: la loro importanza

Quale dovrebbe essere il rapporto tra fagioli e dieta? Quanto sono effettivamente importanti i fagioli per la dieta? C’è da dire che i legumi vengono considerati la carne dei poveri e che sono appunto molto diffusi nelle zone in via di sviluppo proprio perché facili da coltivare e poco costosi. In genere, i legumi come i fagioli dovrebbero essere consumati in maniera maggiore rispetto a quanto ne facciamo noi, proprio per il loro apporto di proteine vegetali. D’altro canto però, l’alta concentrazione di carboidrati deve farci privilegiare il consumo di questo alimento come portata principale e non come contorno. L’ideale sarebbe mangiare legumi in generale tre volte la settimana.

I fagioli fanno ingrassare?

Se vi state chiedendo se i fagioli fanno ingrassare, la risposta è in genere no. Un eccessivo consumo di questo legume può causare un apporto eccessivo di carboidrati che possono influire sul peso, specie in assenza di dieta bilanciata e assenza di attività fisica. Tuttavia, poiché saziano molto, alcuni nutrizionisti li inseriscono nelle diete contro l’obesità e il sovrappeso, anche per limitare il consumo di carne rossa. Secondo altri invece servono a contrastare l’obesità poichè rallentano l’assorbimento degli zuccheri e facilitano la depurazione e il transito intestinale. Inoltre sono praticamente privi di grassi.

Fagioli e colesterolo

I legumi come i fagioli sono noti per essere nemici del colesterolo. Essi sono infatti ricchi di lecitina che scioglie i grassi. Un consumo regolare di questo alimento privo di colesterolo e l’alta presenza di fibre al suo interno sono noti per abbassare l’LDL, il colesterolo cattivo. Questo è un enorme beneficio che preserva l’apparato cardio-vascolare.

Fagioli e glicemia

I fagioli sono ottimi per chi soffre di diabete, poichè hanno un basso indice glicemico. Inoltre, se consumati insieme a riso o pasta, rallentano l’assorbimento degli zuccheri che questi ultimi contengono.

Tipi di fagioli

Esistono tantissimi tipi di fagioli, con varietà provenienti da tutto il mondo. Abbiamo i borlotti, i cannellini, i fagioli rossi e quelli neri. Nel caso dei fagioli le varietà italiane sono moltissime e spesso premiate con i marchi Dop o IGP.

Tra questi troviamo:

  • fagiolo cannellino “dente di morto” di Acerra
  • fagiolo rosso di lucca
  • fagiolo di Controne (SA)
  • fagliolo della Regina di Gorga (SA)
  • fagiolo bianco di Frattura di Scanno (AQ)
  • Fagiolo di Lamon della Vallata Bellunese IGP
  • Fagiolo Bianco di Rotonda DOP – Basilicata

Ma esistono tanttissime altre varietà italiane ed ecotipi di fagioli coltivati in varie regioni della penisola.

Proprietà dei fagioli

Le proprietà dei fagioli sono molteplici come abbiamo visto. Sono ricchi di vitamine e sali minerali, di lecitina che fa bene al colesterolo e abbassa la pressione. Sono ottimi per la presenza di proteine vegetali, e sono una importante fonte di fibre che servono anche a regolarizzare il transito intestinale. Ogni tipo di fagiolo poi ha le sue specifiche proprietà.

Fagioli cannellini proprietà

I fagioli cannellini sono ricchi di vitamine, specie del gruppo B, importanti per lo sviluppo cellulare. Anch’essi contengono importanti sali minerali. Inoltre sono altamente depurativi, poichè contengono al loro interno sostanze come pectina e inulina che favolriscono i processi di questo genere.

Fagioli rossi proprietà

I fagioli rossi hanno proprietà antiossidanti e sono utili per combattere l’anemia in quanto ricchi di ferro. Sono inoltre fonte di vitamine B, compresi i folati (vitamina B9). Hanno funzione depurativa e diuretica e sono dunque ottimi alleati del fegato. Sono inoltre ricchissimi di fibre, più di altre varietà.

Fagioli borlotti proprietà

I fagioli borlotti sono indicati per le proprietà lassative e per la fonte di proteina che forniscono, anche se non possono essere considerati un vero e proprio sostituto della carne. Abbassano colesterolo, glicemia e trigliceridi.

Fagioli neri proprietà

I fagioli neri hanno proprietà antiossidanti in quanto contengono antociani, che combattono la degenerazione cellulare. Sono ricchi di proteine, ferro e calcio e posseggono tutte le altre proprietà comuni alle altre tipologie di questo legume.

pasta e fagioli

Fagioli benefici e controindicazioni 

I fagioli hanno molteplici benefici e qualche controindicazione. Vediamo quali sono.

Fagioli benefici

I benefici dei fagioli, come avete potuto intuire, è che fanno bene all’organismo per molte ragioni. Sono ottimi per il cuore e l’apparato cardiocircolatorio in quanto privi di grassi e contro il colesterolo. Sono ottimi per la depurazione dell’organizmo e per la presenza di ferro e vitamine fondamentali per il sangue e l’accrescimento cellulare.

Sono molto nutrienti e sono in grado di saziare, costituendo una buona alternativa alla carne, anche se non ne possono essere i sostituti. Sono privi di grassi e favoriscono il lento assorbimento degli zuccheri, mantenendo quindi basso indice glicemico e aumento di peso corporeo. Grazie alla presenza di polifenoli antiossidanti, sono ottimi alleati contro le malattie degenerative e alcuni tipi di tumore.

Fagioli controindicazioni

Nonostante i molteplici benefici i faglioli hanno alcune controindicazioni. Vediamo le principali.

Fagioli mal di pancia

I fagioli sono ricchi di oligosaccaridi, che in alcuni soggetti possono essere fonte di mal di pancia e gonfiore addominale. Questo specie se consumati con la buccia, poiché fermentano nell’intestino. Meglio consumarli decorticati, oppure in porzioni minori ma con più frequenza.

Fagioli diarrea

I fagioli se consumati in maniera eccessiva possono causare diarrea. Questo perchè ricchi di fibre che generalmente favoriscono il transito intestinale e una consistenza morbida delle feci. Se inoltre si è sensibili agli oligosaccaridi contenuti in essi, la fermetazione intestinale può portare in casi estremi alla diarrea. La diarrea può essere sintomo di intossicazione da consumo di fagioli crudi, che deve essere assolutamente evitato.

Fagioli durante allattamento

I fagioli durante l’allattamento sono consigliatissimi proprio per il loro elevato contenuto di vitamine e proteine di cui necessita l’organismo in questo periodo. Anche durante la gravidanza i fagioli sono consigliati per la presenza di acido folico che combatte le malformazioni fetali.