La colomba pasquale è un dolce tipico della tradizione italiana, che possiamo trovare ovunque durante il periodo della Santa Pasqua. Infatti, questo particolare panettone a pasta lievitata ha una caratteristica forma di colombella. La stessa che viene rappresentata insieme a un ramoscello d’ulivo come simbolo di rinascita e di pace. È dunque un simbolo di serenità da regalare alle persone che amiamo: un gesto di amore sentito e anche gustoso.

Perciò, la colomba pasquale è passata dall’essere un dolce tradizionale a un’occasione per gli artigiani del gusto di realizzare varianti speciali. Infatti, oggi possiamo trovare a Pasqua colomba classica oppure al cioccolato. In questo articolo parleremo dell’origine di questo alimento delizioso. Quindi, passeremo alle diverse varianti a partire proprio dalla ricetta della colomba pasquale tradizionale.

 

Voglia di una colomba artigianale?

Gusta le specialità buone e genuine dei prodotti Taste Sapori Mediterranei

Colomba pasquale origine e tradizione

La colomba di Pasqua è una bontà ormai diffusa in tutto lo stivale, ma affonda le sue origini nel nord Italia e, più precisamente, in Lombardia. Frutto dell’intuizione di un commerciante di Milano, il suo successo comincia dall’industria dolciera Motta e si diffonde grazie a un’incredibile proposta pubblicitaria. L’allora direttore pubblicitario Dino Villani propone il riciclo creativo dei materiali e dei macchinari impiegati per il periodo natalizio anche per la Santa Pasqua. La trasformazione del panettone in colomba Pasqua è in atto: gli stessi ingredienti, ma con una forma differente.

Negli anni ’30 del Novecento, Motta adatta il panettone natalizio in formato pasquale, conferendo al dolce la classica figura della colomba. Ciò perché il volatile rappresenta un simbolo cristiano, raffigurato in diverse occasioni: dall’arca di Noè, come simbolo di ricerca e poi ritrovamento delle terre emerse, alla Resurrezione di Cristo. Un simbolo positivo sapientemente adattato a un prodotto commerciale. Questa accoppiata vincente a reso le colombe di Pasqua dolci irrinunciabili durante questo periodo.

Ricette e varianti della colomba di Pasqua

La ricetta tradizionale della colomba pasquale prevede ingredienti particolari e una preparazione lunga e laboriosa. Ma agli ingredienti tradizionali possiamo aggiungere numerose varianti, una per ogni gusto particolare. Partiamo dal procedimento classico per poi passare alle specialità.

Preparazione e ricetta della colomba di Pasqua

Si parte con un primo impasto fatto di latte, lievito e farina manitoba da mescolare insieme e lasciare riposare per almeno un’ora. Quindi, si passa al secondo impasto, che consiste nell’aggiunta di acqua tiepida e altra farina manitoba al precedente impasto lievitato. Mescolate le due parti, si lascia lievitare per un’altra ora. Per il terzo impasto si aggiungono zucchero, farina e burro da impastare fino al raggiungimento di una pasta elastica. Anche in questo caso si lascia riposare per almeno un’ora.

A questo punto avremo ottenuto una pasta gonfia e morbida a cui aggiungere altra farina e altro zucchero. Quindi, le uova e l’aroma preparato con vino dolce, limone, vaniglia e scorza d’arancia. Unite al composto il burro, un pizzico di sale e gli aromi mescolando con l’impastatrice finché la pasta non risulterà compatta ed elastica. Ancora una volta, lasciate riposare per un’altra ora.

Quindi si passa ai canditi: ponete la pasta su un piano e stendetelo con le dita. Distribuite al centro i canditi e poi impastate di nuovo il tutto fino a formare una palla da far lievitare un’altra ora ancora. Infine, dividete l’impasto lievitato in tre parti, così da formare il corpo centrale e le due ali disposti in uno stampo per colombe. Mentre il dolce lievita, preparate la glassa con zucchero, mandorle, albume d’uovo e liquore all’amaretto.

Preriscaldate il forno a 180 °C e versate la glassa sulla colomba e decoratela con granella e mandorle. Infornate il dolce e dopo venti minuti abbassate la temperatura a 160 °C.

 

Gusta la colomba al pistacchio

Una specialità prelibata da regalare o gustare in famiglia

Colomba dolce con lievito madre, fichi e noci

Con la stessa preparazione complessa si prepara anche la colomba pasquale con lievito madre. Questa volta, però, invece del classico lievito di birra potete utilizzare il lievito madre, chiamato anche pasta acida. Si tratta di un ingrediente particolare che richiede molte attenzioni e tanta cura. Infatti, prima di utilizzarlo dovrete verificare la sua capacità lievitante, andando a rinfrescare di volta in volta la pasta. Questo è un composto di acqua e farina lasciati fermentare in modo controllato.

Per questa particolare ricetta, il tradizionale dolce pasquale comprende il lievito madre, i fichi secchi e le noci tostate. A incorniciare una tale bontà golosa c’è la glassa al cioccolato al latte e un cucchiaio di miele di acacia. Una prelibatezza per gli appassionati del gusto.

Colomba pasquale al pistacchio

C’è una specialità artigianale delle colombe di Pasqua con crema al pistacchio di Bronte DOP. La variante profumatissima e particolare rappresenta la tradizionale tipicità siciliana. Il suo sapore inconfondibile e dolce conserva tutta la genuinità del lievito madre e dei pistacchi verdi. Una leccornia che saprà conquistare i palati più zuccherini.

Colomba pasquale alla nutella

Ebbene sì, esiste anche una specialità alla nutella. Priva di canditi, la colomba alla nutella conquista grandi e piccini con la sua glassa al cioccolato e il ripieno gustoso e unico del cacao alla nocciola. L’inconfondibile sapore di un prodotto panificato, con l’aggiunta di una crema unica a cui potete aggiungere la classica decorazione con mandorle e granella di zucchero.